Relazione tecnica

1. Introduzione

Al giorno d'oggi le selciature in pietra naturale e le lastricature assumono un'importanza sempre maggiore.

Il nostro obiettivo è diffondere l'arte della selciatura e della lastricatura e proporla a un ampio pubblico di profani ed esperti.

Il giardino antistante è da sempre considerato il fiore all'occhiello di una casa. Il vialetto di accesso costituisce una sorta di preludio allo stile che si potrebbe riscontrare all'interno dell'edificio. In generale si tende a dare la preferenza agli interni della casa per cui, purtroppo, gli elementi che compongono l'arredo esterno vengono spesso trascurati.

Basta guardare gli insediamenti di nuova costruzione o le aree cittadine lussuosamente ristrutturate. Tutti gli sforzi compiuti per valorizzare le facciate vengono vanificati da un particolare considerato "secondario" come la via di accesso alla casa. Ma in passato le cose erano ben diverse: lo dimostrano le ville d'epoca o i quartieri nel cuore di Vienna, Parigi, Londra, Roma o Amburgo.

Perché con l'attuale benessere e know how tecnologico questo livello non viene praticamente più raggiunto? La risposta va ricercata non solo nella diversa concezione architettonica, ma anche e soprattutto nel materiale e nell'esecuzione. All'euforia del dopoguerra per i nuovi materiali del nostro tempo ha fatto seguito, negli anni Ottanta, una riscoperta delle selciature e delle lastricature in pietra naturale che oggi vengono utilizzate nuovamente nelle piazze e nelle zone pedonali. Ma non sono lontani i tempi in cui intere selciature in pietra naturale venivano ricoperte di asfalto.

Un selciato in pietra naturale non ha soltanto un aspetto piacevole ed estetico, ma presenta anche notevoli vantaggi pratici: con un adeguato sottofondo può sopportare ad esempio le sollecitazioni di mezzi pesanti. Rispetto al passato, le forze meccaniche causate dall'elevato volume di traffico e le condizioni climatiche sono sensibilmente cambiate. Pertanto, oggi, è indispensabile adattare il sottofondo ai carichi previsti.

La stratigrafia , le pietre e la malta per giunti contribuiscono a far sì che una selciatura in pietra naturale sia conforme agli attuali requisiti.

I pregi delle selciature in pietra naturale sono stati riscoperti.

2. Sottofondo

Il sottofondo dovrebbe sempre essere realizzato con materiali drenanti.

  • Sotto le selciature in pietra naturale e le lastricature si forma acqua di condensa in seguito alle escursioni termiche sulla superficie.
  • Se i giunti della selciatura in pietra naturale o della lastricatura sono sigillati con malta cementizia, l'umidità non può espandersi liberamente verso l'alto.
  • Quando la superficie si riscalda, l'umidità non riesce a disperdersi abbastanza velocemente e il vapore crea una pressione.
  • Se la selciatura in pietra naturale o la lastricatura è posata su malta o calcestruzzo, la situazione diventa ancora più critica.
  • La malta o il calcestruzzo non compattati sono molto assorbenti e trattengono pertanto grandi quantitativi di acqua.
  • Con la diffusione del vapore, insieme all'acqua viene trasportato calcare.
  • I depositi di calcare riducono l'adesione tra la pietra naturale e il materiale di posa.
  • Sotto il profilo qualitativo è essenziale che le selciature in pietra naturale e le lastricature vengano posate su materiali non assorbenti.
  • In caso di basse sollecitazioni si utilizza preferibilmente pietrisco di 3-6 mm o ghiaia tonda di 4-8 mm.
  • In caso di strade, piazzali, fermate di autobus, ecc. sottoposti a forti sollecitazioni, posiamo le nostre selciature in pietra naturale e le lastricature su calcestruzzo drenante PC 200 con pietrisco di 3-6 mm.
  • Questi materiali di posa impediscono la formazione di umidità per effetto capillare; la diffusione del vapore è dunque ridotta al minimo.

3. Procedura per il riempimento dei giunti di pietre da pavimentazione

La procedura considera tre fattori importanti

  • MALTA PER GIUNTI
  • LAVORAZIONE
  • PULITURA
  • La natura è il solo fornitore di materie prime utilizzate per produrre la malta colabile per giunti SAMCO 88® .
  • La corretta composizione del grano, la struttura superficiale e il peso specifico sono essenziali per ottenere una malta per giunti di alta qualità. Grazie al fuso granulometrico ottimale, nei giunti si forma una porosità naturale.
  • L'85% dei grani sono tondi e levigati di diametro compreso tra 0.2 e 4 mm, il restante 15% è costituito da particelle di feldspato frantumato che conferisce alla malta la durezza necessaria.
  • Siccome le malte per giunti devono avere un rapporto d'impasto molto elevato, è fondamentale che la maggior parte dei grani sia tonda e levigata, come nel caso di SAMCO 88®. La malta per giunti SAMCO 88® non contiene particelle di polvere. Pertanto, nonostante l'elevato rapporto d'impasto, durante la miscelazione della malta gli inerti non si depositano sul fondo.
  • Il fuso granulometrico ottimale di SAMCO 88® consente di lavorare con un rapporto d'impasto ridotto.
  • Con la procedura A&C©, la malta per giunti SAMCO 88® può essere messa in opera fino allo strato di fondo. Questo consente di eliminare dalla malta l'acqua in eccesso e quasi tutta l'aria. SAMCO 88® è utilizzato senza additivi chimici; nei giunti è quindi necessario avere un minimo di inclusioni di aria (3-7%). La porosità che ne risulta rende SAMCO 88® resistente ai cicli di gelo/disgelo con sale.
  • Queste caratteristiche della malta, abbinate alla procedura A&C©, sono essenziali per ottenere giunti di altissima qualità.
  • Con la malta per giunti SAMCO 88® e la speciale lavorazione si ottiene un'elevata adesione ai bordi della pietra ruvida.
  • SAMCO 88® viene mescolata a mano o con un miscelatore a regime forzato con acqua pulita senza aggiunta di additivi. La quantità di acqua viene scelta in funzione della consistenza desiderata per il riempimento dei giunti.
  • SAMCO 88® è prodotta in uno stabilimento conforme agli attuali requisiti qualitativi. La malta per giunti è venduta in sacchi da 25 kg secondo le direttive SUVA.
  • La pulitura dei giunti è eseguita con un'elettrospugna a nastro. Questo metodo non prevede l'aggiunta di acqua o di altre sostanze estranee (segatura).

4. Vantaggi

È dimostrato che le selciature in pietra naturale sono tuttora un rivestimento stradale adeguato.

La stratigrafia, le pietre e la malta per giunti abbinate a un know how adeguato, contribuiscono a far sì che una selciatura in pietra naturale soddisfi gli attuali requisiti.

  • Se il letto di posa è drenante, il sottofondo è in grado di asciugare più in fretta.
  • SAMCO 88 (sabbia quarzifera naturale) non contiene additivi chimici.
  • I giunti sono resistenti ai cicli di gelo/disgelo con sale senza l'ausilio di additivi chimici.
  • Grazie alla procedura A&C© brevettata, la malta per giunti SAMCO 88 viene compattata nel letto di posa stabile e drenante. Si forma così un accoppiamento ottimale tra letto di posa, pietre e giunti a beneficio di una maggiore stabilità.
  • Il rivestimento in pietra naturale può essere pulito prima della fase di presa (circa 2 ore); in questo modo si evitano vibrazioni e sollecitazioni durante l'indurimento.
  • Grazie al metodo di lavorazione brevettato e alla pulitura meccanica, i giunti risultano pieni e regolari.

Questa procedura brevettata consente
di realizzare rivestimenti in pietra
naturale silenziosi per le carreggiate
e a misura d'uomo per le zone pedonali.